Iscriviti al mio Feed RSS

Non ti perdere i miei prossimi articoli!
Resta aggiornato iscrivendoti al mio Feed RSS!
Feed RSS via Mail di Enea Moro Feed RSS di Enea Moro

Banche fittizie a caccia dei tuoi dati

Cariparma Credito Agricolo

Banca Piazza AzzoaglioOggi voglio parlare di un fenomeno in crescita nella mia casella email. Mi auguro che queste mail non arrivino a troppe persone, perchè spesso si camuffano molto bene, e sarebbe facile cadere in trappola. Ho aperto l’articolo mettendo come immagine uno screen della mia casella di posta (si, la leggo sempre e solo tramite iPhone).

Le email in questione sono mandate da banche fittizie, o che si fingono istituti bancari realmente esistenti. Abitando in Svizzera non mi sono informato molto se i nomi delle banche siano di istituti esistenti o meno. Alcuni nomi però mi sembrano noti e reali. Sono tutte banche Italiane che mi mandano queste mail. Per me è facile non cadere nella truffa, avendo conti solo nella mia nazione.

Chi sono?

Voglio farti qualche nome di banca. Non ho ancora capito se esistano davvero. In un paio di casi ho provato a contattarli via mail, ma risultano indirizzi email bloccati. Una olta via telefono, ma rispondevano persone che non ne sapevano nulla, e che comunque non erano dipendenti in una banca.

  • Cariparma Credito Agricolo
  • Poste Italiane
  • PayPal
  • Credito Agricolo di Sondrio
  • Banco di Credito P. Azzoaglio

In generale son questi i nomi. PayPal e Poste Italiane è ovvio che esistono. Hanno messo in piedi un formulario con una testata con logo della banca su un sito con nome simile alla banca.

Cosa vogliono?

In generale queste “banche” mandano mail con tanto di logo e link a pagine interne di siti inesistenti dove chiedono per intero i tuoi dati, tra cui:

  • Nome / Cognome
  • Indirizzo
  • IBAN
  • Nome Utente per accesso online
  • Password varie

È ovvio che una banca reale non ti chiederà MAI questi dati, perchè ne è in possesso, ed avrebbe molte vie per risalire ad ognuno di questi dati senza chiederli direttamente a te.

Il messaggio

Di solito ciò che scrivono sulle mail sono comunicazioni sullo smarrimento dei tuoi dati o del cambiamento degli indirizzi mail. Ti invitano su una pagina internet per riempire un “innocuo formulario” dove comunichi tutti i tuoi dati, e inconsapevolmente dai a terzi tutto il necessario per svuotarti il conto e rovinarti finanziariamente.

A volte comunicano l‘imminente chiusura del conto, invitandoti a entrare nella pagina del sito per annullare la chiusura del conto loggandosi nell’inesistente area clienti della banca.

Un paio di volte mi è anche capitato di ricevere avvisi di vincita di denaro, anche di ingenti somme, e di dover comunicare carte di credito da ricaricare con tanto di richiesta della fotocopia della carta davanti / retro.

Cosa fare?

Dubito siano in molti che ci cascano ancora, ma son sicuro che se c’è tutto questo SPAM, hanno sicuramente un rientro da questa forma di truffa. In generale ricevo una decina di mail al giorno di questo tipo.
Non vi è modo di bloccarli per me, hanno sempre indirizzi differenti e non c’è possibilita di disiscriversi dalla mailinglist.

I miei consigli sono quindi i seguenti:

  • Non fornire mai nessun dato bancario via mail a persone o enti che non ti aspetti. La tua banca non ti chiederà mai i tuoi dati personali o del conto.
  • Controlla sempre l’indirizzo del mittente con attenzione, spesso usano nomi molto simili all’istituto bancario che cercano di rappresentare.
  • Vai sempre a vedere la homepage del sito che ti invitano a visitare. Scoprirai che spesso esiste solo la pagina con i campi da riempire. Di conseguenza non esiste la banca.
  • Se proprio sei convinto che la mail è da parte del tuo istituto bancario, recati di persona allo sportello e chiedi informazioni in merito. O chiama il numero verde della banca, quasi sempre ne hanno uno.

È capitato anche a te di ricevere mail da istituti bancari sospetti?

Ti aspetto nei commenti!

30 marzo 2011

Internet

, ,

Il prossimo articolo?

Ricevilo via mail o leggilo tramite Feed RSS
Abbonati!

Ricevi il prossimo articolo sul tuo indirizzo Email Leggi il mio prossimo articolo tramite Feed RSS



Lascia una risposta