Iscriviti al mio Feed RSS

Non ti perdere i miei prossimi articoli!
Resta aggiornato iscrivendoti al mio Feed RSS!
Feed RSS via Mail di Enea Moro Feed RSS di Enea Moro

Suite Adobe e Office inutili su Ubuntu, ho già tutto…

Sostituire Adobe e Office con programmi Open Source su Ubuntu Linux

Adobe e Office OpenSource su Ubuntu

Hai mai installato questi due pacchetti di programmi sul tuo PC?

Quasi certamente si.

Io li ho utilizzati e installati molte volte.

Ma in realtà, quanto mi sono serviti?

Quanto li ho sfruttati?

Molto poco in realtà.

Le reali potenzialità non le ho mai assaggiate, essendo un’autodidatta non ho mai avuto tempo di approfondirne tutti gli aspetti.

Quindi perchè fare una grande spesa, quando posso appoggiarmi su programmi gratuiti e Open Source altrettanto validi e che rispondono perfettamente ai miei bisogni?

Come ti ho annunciato nell’articolo “Di cosa NON hai bisogno su Ubuntu Lucid Lynx“, ti consiglio dei validissimi strumenti per blogger come me da usare su OS Ubuntu, completamente gratuiti e che rimpiazzano tutte quelle feature che utilizzavo nelle suite Adobe e Office.

Suite Adobe alternativa per Ubuntu

Principalmente di questa suite ho usato Dreamweaver e Photoshop, gli altri programmi della suite Adobe non li ho mai aperti.

Quali alternative offre Ubuntu a questi stupendi programmi?

Dreamweaver

Aimè, non ho ancora trovato un programma adatto a prendere il suo posto, ma mi sono accorto che non ne ho bisogno. Ultimamente usavo DW solo per modificare manualmente il codice, e mi era comodo per la colorazione del codice.

Su Ubuntu mi basta Gedit, che fà lo stesso lavoro di colorazione codice (un po’ un Notepad2).

Esistono programmi forse più simili a Front Page, che non ho provato.

Te li elenco lo stesso:

  • Quanta
  • Bluefish
  • Radria

Spero di riuscire a provarli. In caso li provi prima tu, lascia un feedback a fondo articolo.

Photoshop

Per Photoshop ho trovato il valido Gimp.

Un programma molto ben fatto, completamente gratuito e con tanti plugin e guide in rete.

Per il mio livello di grafica basta e avanza, dubito potrò mai scoprirne le reali potenzialità persino qui. L’unica difficoltà è ritrovare quelle funzioni alle quali ero abituato su PS, per il resto mi ha soddisfatto molto.

Ho trovato abbastanza velocemente le funzioni che utilizzavo su Photoshop.

Apre persino i file .psd, interpretando livelli ed effetti.

Office alternativo per Ubuntu

Da anni ormai lo uso, e credo ne avranno sentito parlare in tanti.

Stò parlando di Open Office. Ha tutto, ma proprio tutto quello che si trova sulla suite Office di Microsoft.

Come suggerisce il nome stesso della suite, Open Office è open source e gratuito.

È disponibile anche per Windows e Mac OS, io lo uso su tutti e 3 gli OS da qualche anno, e non ho mai avuto limitazioni. Sicuramente da avere!

Installali

La semplicità di Ubuntu è spiazzante…

  1. Apri Ubuntu Software Center (Applicazioni – Ubuntu Software Center), e cerca il nome dei programmi.
  2. Clicca su installa.
  3. Usali!

Risparmio

La crisi, ormai si sà, ci accompagna sempre, e  se non vi è una reale necessità di comprare queste suite, non vedo perchè non utilizzare questi software ben fatti e gratuiti.

Sarà forse per un fatto di marca, per il gusto di dire “l’ho fatto con Photoshop”?

Ma se il programma non lo sfrutti a fondo e monetizzi quello che si crei, perchè vuoi spendere centinaia di euro per qualcosa di rimpiazzabile?

Magari pensi che la qualità di certi programmi non si batte, ma ti consiglio anche solo di provarli per qualche settimana, vedere se te la cavi anche con programmi alternativi.

Sondaggio: quali hai già provato?

Spunta i programmi Open Source che hai provato tra quelli che ti ho consigliato![poll id=”3″]

22 maggio 2010

Computer

, ,

Il prossimo articolo?

Ricevilo via mail o leggilo tramite Feed RSS
Abbonati!

Ricevi il prossimo articolo sul tuo indirizzo Email Leggi il mio prossimo articolo tramite Feed RSS



4 Risposte per “Suite Adobe e Office inutili su Ubuntu, ho già tutto…”

  1. Andrea scrive:

    Intervengo anche qui.
    Per un'uso professionale sono meglio le suite a pagamento però.

    Ho provato Gimp, che e' disponibile anche per Windows, e non mi ci sono trovato…

    Poi vabe, sicuramente tu ne fai un'uso più basilare del mio.

    La grafica di questo blog con cosa l'hai realizzata?

  2. Enea scrive:

    Ciao Andrea.
    Come detto, per le mie esigenze (come la grafica di questo blog), è stato sufficente Gimp.

    Concorderai che chi fa un'uso piuttosto dozzinale delle applicazioni grafiche, basti Gimp al posto di Photoshop.

    Un saluto e grazie per l'intervento.

  3. Byhoork scrive:

    Gimp non è male. L’unico problema si può presentare per le stampe (neanche tanto).

    A me piace un pò più Photoshop nella gestione del colore.

    Ma a Gimp non gli si può dire niente, va benissimo per tutto. L’unica pecca è l’uso con compiz. Diventi un pò matto con tutti i vari menù.

    Cmq OpenOffice non mi piace. Preferisco Gnumeric e Abiword come ho scritto quà: http://bubga.blogspot.com/2010/01/fare-meno-di-of
    Mentre Gedit è favoloso.

    Gli altri non li ho provati.

    Ciao ciao!!

  4. Antonio scrive:

    I freeware sono simpatici e sicuramente utili, ma in particolare la suite Adobe è insostituibile! Cioè stiamo paragonando una suite di programmi altamente professionali con programmi amatoriali o al massimo semi-professionali. Software come Photoshop, Illustrator, InDesign, Premiere solo per citarne alcuni sono diventati di fatto degli standard del settore, dire che la Creative Suite su Ubuntu è inutile mi sembra abbastanza estremo, anzi ad averla sai quanta gente farebbe i salti di gioia!

Lascia una risposta